Webinar

Promosso da FeDerSerD

Corso specialistico in clinica delle dipendenze e delle patologie psichiatriche

Webinar ECM FAD Sincrona
Giovedý 28 e Venerdý 29 Ottobre 2021

Accreditamento: Il Webinar Ŕ accreditato ECM come FAD SINCRONA per: medico (tutte le specializzazioni), psicologo (psicoterapia; psicologia) infermiere, educatore professionale,tecnico della riabilitazione psichiatrica. Crediti ECM: 9


Il corso di formazione prosegue la riflessione scientifica e l’approfondimento dei rapporti tra i diversi tipi di disturbo da uso di sostanze psicoattive e quadri clinici psicopatologici.  
Il disturbo da uso di sostanze  è significativo tra i pazienti afferenti ai servizi di salute mentale, compresi quelli con disturbo schizofrenico. Può precedere o seguire l'insorgenza di sintomi psicotici o l'insorgenza di entrambi può coincidere. Questa comorbilità può riduce l'aderenza ai trattamenti, con aumento delle riospedalizzazioni e dei tentativi di suicidio. Da qui la necessità di trattare secondo un approccio multidisciplinare integrato i nuovi quadri sintomatologici e patologici comorbili.
Bisogna considerare che Il fenomeno dei consumi di sostanze è profondamente mutato, anche per il numero ormai elevatissimo di sostanze facilmente disponibili, sia legali che illegali, con effetti farmacologici sedativi, euforizzanti, stimolanti, allucinogeni e dispercettivi. 
Si tratta di sostanze sempre più potenti, usate spesso in mix, che causano effetti collaterali spesso imprevisti e pericolosi, anche sul piano psichico, specie nei soggetti più vulnerabili.
Il trattamento di questi quadri sintomatologici e patologici comorbili deve seguire un approccio multidisciplinare integrato.
Durante il corso verranno approfonditi i quadri clinici principali, gli aspetti peculiari del percorso valutativo diagnostico, terapeutico e riabilitativo, nonché gli strumenti operativi e gli aspetti organizzativi e di integrazione.   Nelle situazioni patologiche più complesse è necessario adottare un approccio multidisciplinare, per garantire al paziente una migliore capacità di decodifica del suo problema, una maggiore efficacia diagnostica e terapeutica, una continuità di percorso per evitare frammentazioni disfunzionali nella presa in carico, per valorizzare le risorse professionali e strumentali a disposizione. 
Inoltre integrando le diverse competenze specialistiche e cooperando per rispondere ai nuovi bisogni di salute che i pazienti ci manifestano si può procedere più fruttuosamente sul versante dell’innovazione e del miglioramento dell’offerta terapeutica.
La cornice di riferimento è offerta dalle tre società scientifiche FeDerSerD – Federazione italiana degli operatori dei dipartimenti e dei servizi delle dipendenze, SIP – Società italiana di psichiatria, SINPIA - Società italiana di neuropsichiatria infantile e della adolescenza, che hanno condiviso la necessità di stendere una Carta dei Servizi, per ribadire il superamento del modello di riferimento disciplinare della  “doppia diagnosi” e per declinare in alcuni punti fondamentali il diritto dei pazienti, sia minorenni che adulti, e dei loro familiari, di poter contare su servizi e percorsi specialistici capaci di contrastare il rischio di stigmatizzazione, organizzati e sviluppati in modo da garantire risposte qualificate, specifiche e personalizzate ai loro bisogni.

 
 
  

ISCRIZIONE GRATUITA